Bnl, così Abete la usò per favorire una sua azienda

This post has already been read 78 times!

“non solo le regole sono fondamentali per il funzionamento dell’economia, ma devono essere lo strumento che trasporta nel mondo dell’economia i valori e i principi etici”

(Giulio Tremonti – Assemblea ABI luglio 2009)

Di anni ne son passati, quasi 2 lustri, ma le cose tra i banchieri ed imprenditori non sono certo cambiate

Il presidente Bnl Abete fece pressioni per procurare un credito in tempi record agli acquirenti di Cinecittà Studios, di cui era anche socio

Bnl, così Abete la usò per favorire una sua azienda

Luigi Abete e le pressioni per far finanziare da BNL, di cui è presidente, l’acquisto di una sua azienda, Cinecittà Studios. A raccontare la vicenda è un’inchiesta della Guardia di Finanza (Abete non è indagato) coordinata dalla Procura di Bari. E’ possibile ottenere da una banca un prestito da 15 milioni di euro in 7 ore? Sì, soprattutto se si è i presidenti di quella banca, scrive Repubblica. L’indagine nasce per caso ascoltando al telefono un dirigente della banca Giuseppe Pignataro, ora interdetto dai magistrati pugliesi per il suo comportamento nella questione delle Ferrovie Sud Est.

…continua qui accedendo ad affaritaliani.it