Renzi copia se stesso e ripercorre tutte le strade che il Pd percorse nel 2011.

Renzi copia se stesso e ripercorre tutte le strade che il Pd percorse nel 2011.

31 Maggio 2018 0 Di IlGattoRandagio

This post has already been read 240 times!

Il copione è lo stesso, il Quirinale non si tocca (quando favorisce le strategie del Pd). Lo spread che cresce è colpa di Lega e M5S (come in passato era colpa di Berlusconi) e non di un complotto. E si dice pronto a formare un “Fronte repubblicano” o “democratico” (anche se la parola “Fronte” in Italia dal ’48 in poi non porta molta fortuna), cioè è pronto a fare una coalizione che sia la più ampia possibile (leggasi accozzaglia di litigiosi sinistroidi pronti a tutto pur di riprendersi lo scranno).

Sicuramente avrà il benestare della Germania, pardon, dell’Europa 

 

Renzi a Salvini e Di Maio: «Siete una vergogna». E sogna di fare il mediano