Lega Musulmana Mondiale vuole diffondere anche in Svizzera il pensiero salafita.

Lega Musulmana Mondiale vuole diffondere anche in Svizzera il pensiero salafita.

1 Luglio 2018 0 Di IlGattoRandagio

This post has already been read 210 times!

La Svizzera accoglie con favore la radicalizzazione

di Judith Bergman  •  24 giugno 2018       

  • In Svizzera, ci sono quasi 250 moschee, ma le autorità non sanno chi le finanzia. Bocciando la proposta di legge volta a costringere le moschee a rivelare chi le foraggia, le autorità elvetiche possono ora continuare a essere ostinatamente cieche.
  • La Lega Musulmana Mondiale è dietro “una intera rete di moschee radicalizzate in Svizzera (…) con la chiara intenzione di diffondere nel paese il pensiero salafita“. – Saïda Keller-Messahli, esperta di Islam in Svizzera.
  • Oltretutto, il governo svizzero sembra che ignori i diritti dei propri cittadini non musulmani, i quali devono fare i conti con le conseguenze di politiche sconsiderate.

La Svizzera ha appena respinto una proposta di legge che impedisce alle moschee di accettare denaro proveniente dall’estero, costringendole a dichiarare le loro fonti di finanziamento e a quale scopo tali sostegni finanziari vengono utilizzati. Conformemente a tale proposta legislativa, gli imam sarebbero obbligati a predicare in una delle lingue nazionali della Confederazione elvetica.

Continua a leggere l’articolo

Immagine: l’Occidentale