In Germania risiedano più di 25mila islamisti, circa 2mila dei quali rappresentano una immediata minaccia di attacco.

In Germania risiedano più di 25mila islamisti, circa 2mila dei quali rappresentano una immediata minaccia di attacco.

16 Agosto 2018 0 Di IlGattoRandagio

This post has already been read 254 times!

Germania: L’aumento dei salafiti

di Soeren Kern  •  15 agosto 2018

  • “I salafiti si considerano i difensori di un Islam originario e non adulterato. (…) Di conseguenza, i salafiti vogliono stabilire una ‘teocrazia’ secondo la loro interpretazione delle regole della sharia, in cui l’ordine liberaldemocratico non si applica più.” – Rapporto annuale dell’Ufficio federale per la protezione della Costituzione (BfV).
  • “Con il pretesto degli aiuti umanitari, gli islamisti riescono a radicalizzare i migranti. In passato, i salafiti, in particolare, hanno cercato di contattare i migranti. Visitavano i centri di accoglienza per profughi a tale scopo e offrivano assistenza. La categoria interessata non era costituita soltanto dai migranti adulti, ma anche dagli adolescenti non accompagnati, i quali, a causa della loro situazione ed età, sono particolarmente sensibili alle attività missionarie salafite.” – Rapporto annuale dell’Ufficio federale per la protezione della Costituzione (BfV).
  • Il rapporto del BfV fa un collegamento diretto tra l’aumento dell’antisemitismo in Germania e la diffusione dei movimenti salafiti nel paese: Pertanto, “l’immagine del nemico del Giudaismo’ costituisce un pilastro centrale nella propaganda di tutti i gruppi islamisti. (…) Ciò rappresenta una sfida significativa alla convivenza pacifica e tollerante in Germania”.

Il numero dei salafiti in Germania è raddoppiato negli ultimi cinque anni e ora supera per la prima volta i diecimila, secondo la BfV, l’agenzia di intelligence interna della Germania. La BfV stima che in Germania risiedano più di 25mila islamisti, circa 2mila dei quali rappresentano una immediata minaccia di attacco.

I nuovi dati figurano nell’ultimo rapporto annuale dell’Ufficio federale per la protezione della Costituzione (Bundesamt für Verfassungsschutz, BfV), presentato a Berlino il 24 luglio scorso dal ministro dell’Interno Horst Seehofer e dal direttore del BfV Hans-Georg Maaßen.

Il report, considerato l’indicatore più importante della sicurezza interna in Germania, delinea un quadro desolante. Il BfV stima che il numero degli islamisti in Germania sia aumentato, ammontando ad almeno 25.810 alla fine del 2017, a fronte dei 24.425 del 2016.

(…) Secondo l’Ufficio federale per la protezione della Costituzione, il secondo più grande movimento islamista in Germania è Millî Görüş (“Visione nazionale” turca), che conta circa un migliaio di membri. Il movimento è fortemente contrario all’integrazione musulmana nella società europea: (…)

Continua a leggere l’articolo