La povertà alla base delle nuove retribuzioni

La povertà alla base delle nuove retribuzioni

25 Settembre 2018 0 Di IlGattoRandagio

This post has already been read 263 times!

In Italia, grazie alle scellerate politiche attuate dal Governo Monti in poi, la forbice tra ricchi e poveri si è andata progressivamente allargando, con un netto assottigliamento della la classe media.

Non solo

Secondo gli ultimi dati statistici elaborati dall’Eurostat, la banca dati della Ue, l’Italia si troverebbe attualmente al quarto posto in relazione alla povertà, un 12,2% in continuo incremento.

La soglia dei lavoratori in povertà potrebbe rahgiungere un livello critico nel corso del prossimo futuro, andando ad accrescere una categoria di lavoratori stipendiati e allo stesso tempo poveri.

La campagna della sinistra de noartri e di Soros & Co. sta dando i suoi frutti. Presto i nostri lavoratori faranno concorrenza a quelli sottopagati dell’Est e sud America.

Leggi:

Lavorare ed essere allo stesso tempo poveri, l’Italia rischia il primato