La lettera dei sindacati al “Savonarola” Cornetta.

La lettera dei sindacati al “Savonarola” Cornetta.

1 Ottobre 2019 1 Di IlGattoRandagio

This post has already been read 86 times!

Non so voi, ma io, dopo averla letta, mi sono rivisto la scena del fil di Beningni e Troisi (Non ci resta che piangere):

Frittole, estate quasi 1500.
Santissimo Savonarola, quanto ci piaci a noi due! Scusa le volgarità eventuali. Santissimo, potresti lasciar vivere Vitellozzo, se puoi? Eh? Savonarola, e che è? Oh! Diamoci una calmata, eh! Oh! E che è? Qua pare che ogni cosa, ogni cosa uno non si può muovere che, questo e quello, pure per te! Oh! Noi siamo due personcine perbene, che non farebbero male nemmeno a una mosca, figuriamoci a un santone come te. Anzi, varrai più di una mosca, no?
Noi ti salutiamo con la nostra faccia sotto i tuoi piedi, senza chiederti nemmeno di stare fermo, puoi muoverti quanto ti pare e piace e noi zitti sotto. Scusa per il paragone tra la mosca e il frate, non volevamo minimamente offendere.
I tuoi peccatori di prima, con la faccia dove sappiamo, sempre zitti, sotto.

Cui prodest? A chi giova veramente sta lettera? Se dopo sei mesi nulla o quasi è cambiato, questa lettera a che serve (o meglio a chi giova)? La risposta vien da se…

 

Comunicato unitario “Lettera aperta al sig. Cornetta”

Lettera aperta al sig. Cornetta
Al Responsabile HR Gruppo Unicredit – Paolo Cornetta



Gentilissimo Signor Cornetta

Come Rappresentanti delle Lavoratrici e dei Lavoratori del Gruppo in Italia Le rassegniamo la nostra fondata e profonda preoccupazione riguardo le criticità che si sono manifestate sin dalla introduzione di People Focus, lo scorso 1° aprile.

Le tantissime problematiche ad oggi ancora irrisolte ci fanno pensare a deficienze strutturali della nuova procedura che purtroppo, ed è questa la ragione principale che ci induce a scriverLE, impattano gravemente sulla vita delle persone.

La procedura non sta consentendo, a tutt’oggi, di accogliere le richieste di proroga o di concessione del part time, di permessi ex L.104, di congedo parentale facoltativo: tutto questo in un Gruppo dove degli strumenti di conciliazione tempi di vita e tempi di lavoro ci si fa vanto.

La procedura, a tutt’oggi, non fornisce certezza nella erogazione corretta e generalizzata della indennità di sostituzione, di missioni, di turno così come previsto dal CCNL.

People Focus, a tutt’oggi, non eroga benefit frutto di negoziazione aziendale, come il contributo figli studenti, i buoni pasto nella misura corretta in caso di turno o i permessi ex L.104.

Abbiamo inoltre fondati dubbi, suffragati da alcuni casi che stanno emergendo, che People Focus possa sopportare le modifiche inquadramentali introdotte, con decorrenza 1 settembre 2019, dal Verbale del 8 maggio scorso e che sarebbe a beneficio soprattutto dei colleghi e colleghe più giovani.

Le chiediamo di intervenire perché si risolva quanto prima questa situazione preoccupante che pesa gravemente ed in modo ormai insostenibile sul quotidiano delle persone, rischiando anche di portare grave nocumento alla reputazione del Gruppo.

Cordiali saluti.

Milano, 30 settembre 2019

Segreterie di Coordinamento
Fabi – First/Cisl – Fisac/Cgil – Uilca – UniSin
Gruppo UniCredit