#Unicredit: ormai chiunque può emettere sentenze. Dicendo un sacco di caz…. (parte 1)

#Unicredit: ormai chiunque può emettere sentenze. Dicendo un sacco di caz…. (parte 1)

8 Dicembre 2019 1 Di IlGattoRandagio

This post has already been read 104 times!

Giusto se avete cinque minuti da perdere potete dare un’occhiata al post più sotto evidenziato.

Ve lo dico subito, non leggerete nulla di nuovo. Non vi troverete grandi tesi a favore di quel “monsieur” che ha deciso di rottamare l’unica banca di sistema in Italia (#UniCredit) per cederlo a qualche gruppo d’oltralpe (ed in questo sì, l’autore del post può aver ragione).

Perché l’unico risanamento possibile che possa consentire a Mustier di consegnare a un gruppo straniero una banca capace di stare sul mercato rimane il rinnovamento dei circa 86 miliardi di neuroni che sono nella testa di ogni singolo dipendente di quella banca.

Che il top management di un’azienda abbia come fine la remunerazione del capitale investito dagli azionisti è ovvio. Come ciò avviene è altro discorso.

E la strampalata tesi che si trova in questo post potrebbe essere propria di una delle miriadi di società di consulenza che preparano i piani industriali supportano la redazione dei piani industriali.

Tagli lineari del personale = minori costi. Lo capirebbe anche un bimbo. Ma in questo post si va ben oltre. Bisogna licenziare perché (questi) bancari non sono in grado di gestire lo sviluppo del mercato e non sono in grado di affrontare le sfide del futuro. Quindi bisognerebbe estromettere dal mercato 8.000 lavoratori per far posto ad altrettanti (8.000) skillati allo scopo?

Non è l’obiettivo di Monsieur Mustier. Lui vuole solo ridurre i costi nel breve, anche se la gestione della banca nel lungo ne risentirà.

Il problema in realtà sono i continui progetti varati dalle società di consulenza strapagate che si rivelano – come sempre – dei costosi buchi nell’acqua (S3 uber alles!!!). E vogliamo parlare delle aziende mono prodotto? Ricordo quando Banca per la Casa chiudeva con 49milioni di euro di perdite. Perché? Perché il processo di vendita varato dalla solita società di consulenza non stava in piedi…. E le esternalizzazioni degli ultimi anni? Altro che efficientamenti…

Modifiche ai processi organizzativi e di gestione della clientela che non tengono in alcun contro la struttura informatica e logistica degli sportelli, queste sono le inefficienze da sanare.  Si costringono i colleghi a trascurare il rapporto con la clientela per seguire complessi processi in contraddizione fra loro. Ed il cliente viene trascurato.

 

Unicredit: sì, capisco Mustier (tranquilli, non sono impazzito)